Con Oloxene la digital company NEXiD apre le porte del Metaverso a utenti e aziende

Disponibile la prima piattaforma di analisi dati in Italia per chi vuole esplorare tutte le opportunità che il mondo digitale offre ogni giorno.

oloxene metaverso

Milano, 7 novembre 2022.Per molti il Metaverso è ancora un mondo pressoché sconosciuto, mentre chi lavora nel settore digitale ha già realizzato che il futuro è proprio lì, in quella che altro non è se non un’estensione coordinata di realtà digitali che esistono da molto tempo e che vanno dalla realtà virtuale all’intelligenza artificiale, passando per i videogiochi open world e i social network. Abbiamo intervistato Andrea Bellacicca, Vice Presidente di NEXiD, per capire quali opportunità poter cogliere per esplorare il Metaverso in modo consapevole e con un occhio alle nuove frontiere di business.

 

Il Metaverso

Il “boom” avvenne nel 2019, quando il rapper americano Travis Scott, grazie alle nuove tecnologie digitali, aprì un suo concerto al Metaverso, consentendo agli utenti di Fortnite, un celebre videogioco, di parteciparvi in maniera virtuale da qualunque parte del mondo essi si trovassero. L’effetto fu devastante e Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, una realtà che da pionieristica e dominante stava diventando sempre meno attraente per le ultime generazioni, si accorse che gli oltre 12 milioni di partecipanti al concerto avevano continuato a interagire secondo logiche diverse da quelle social classiche. Quel giorno crebbe la consapevolezza che il Multiverso rappresentava molto di più di una semplice piattaforma digitale. Il resto è storia.

 

“I nuovi giovani vivono il mondo digitale in modo diverso da noi, che abbiamo attraversato il cambiamento adattandoci alle nuove tecnologie”, spiega Bellacicca. “Per loro non esiste un passato al di fuori della digitalizzazione e il mondo digitale è uno spazio dove vivere sensazioni il più simili possibili a quelle che vivrebbero nella realtà. Il digitale diventa così un’estensione della realtà virtuale che permette di passare da un piano all’altro in modo agile. D’altronde, nascere in un mondo che, da subito, offre nuove e innumerevoli possibilità permette di sviluppare strumenti e modalità sempre più efficaci di sfruttarle.

Poi è arrivata la pandemia, che ha inevitabilmente accelerato tutto questo. Ci siamo trovati a fare i conti con distanze fisiche e sociali nei luoghi in cui la nostra quotidianità si esprimeva maggiormente, come a scuola o al lavoro. Inutile dire che il digitale ci ha aiutato ad accorciare queste distanze”.

 

L’obiettivo del Metaverso è proprio quello di accorciare il più possibile le distanze tra le persone, ricreando una realtà che permetta di interagire nella maniera più semplice possibile offrendo opportunità che il mondo reale non può fornire. “Col Metaverso si creano occasioni di socialità solitamente inaccessibili, nuovi spazi e addirittura nuove identità, tanto che se un millennial entra nel Metaverso tende a ricreare una copia esatta di sé stesso, mentre un giovanissimo crea un nuovo sé stesso, talvolta molto diverso da come si vede nel mondo reale. Un avatar nuovo, una nuova vita. Il discorso è semplice: perché nel mondo digitale dovrei fare le stesse cose che faccio nella realtà se nella realtà me le godrei probabilmente di più? Il mio avatar nel Metaverso dev’essere una creazione, non una proiezione. Questo è il futuro: una socialità immersiva in cui costruire nuove esperienze. E questa è una definizione credibile di Metaverso: un insieme di spazi e tecnologie che fanno provare esperienze nuove attraverso l’uso di strumenti e device diversi”.

 

Un sistema complesso

Il Metaverso è un sistema molto complesso, composto da tante tecnologie, come la realtà virtuale, aumentata e mista, ma anche da strumenti come il cloud, che lo rendono accessibile in qualunque momento, e da infrastrutture a tal punto potenti da sorreggere piattaforme estremamente elaborate e pesanti. Ci sono poi tutte le componenti sensoristiche e l’intelligenza artificiale stessa, tecnologie che si compensano e completano allo stesso tempo, strumenti che consentono nuovi livelli di interazione che guidano l’individuo in maniera automatizzata nel mondo digitale, che può essere rappresentato da un videogioco o da una piattaforma e-commerce. Per non parlare del mondo Blockchain, che tramite gli NFT permette di acquisire una proprietà e di tracciare una transazione all’interno di una realtà che ha delle regole ben precise e che necessita, quindi, di un ordine nuovo e ben definito.

“Il Metaverso è anche il propulsore che sta guidando il progresso tecnologico nel presente”, racconta il Vice Presidente. “Se fra poco una persona tetraplegica o costretta all’immobilità potrà vivere l’esperienza sensoriale di andare a mangiare una pizza con gli amici, sarà grazie a queste nuove tecnologie, sviluppate da chi ha visto nel Metaverso nuove opportunità. Inoltre, il Metaverso porterà enormi benefici in termini di emissioni, per esempio, se consideriamo tutti gli spostamenti che siamo abituati ad affrontare nel mondo reale e che potremo risparmiarci in futuro. Certo, la necessità di una maggiore richiesta di energia per supportare questo enorme apparato tecnologico dovrà per forza portare all’adozione di forme di energia sostenibili, rinnovabili e di sistemi a impatto zero, ma stiamo comunque parlando di tecnologie che hanno bisogno ancora di molto tempo per raggiungere la loro forma più efficace e che quindi ci daranno la possibilità di sviluppare, nel frattempo, tutto quel corollario di supporti che possono renderle davvero sostenibili a livello ambientale e accessibili e inclusive a livello sociale. Siamo di fronte a nuove frontiere in cui tutto è possibile, a nuovi spazi di ricerca in cui avremo modo di fallire, il più delle volte probabilmente, ma anche di riuscire in qualcosa di incredibile”.

Le vecchie generazioni potranno ancora guardare con diffidenza a quello che sembra a tutti gli effetti un mondo distopico, ma la verità è che la tecnologia non sostituisce ma integra. La paura del nuovo c’è sempre stata. C’è stata negli anni dell’avvento della radio e della televisione, come c’è stata quando si manifestò il celebre Millennium Bug sul finire del secolo scorso. Queste paure si sono sempre rivelate meno attendibili di quello che erano. Sicuramente la nostra società verrà in qualche modo plasmata dalle nuove tecnologie, ma darà anche l’opportunità di aumentare le proprie possibilità di scelta.

 

NEXiD spalanca le porte del Multiverso

“Noi di NEXiD ci siamo focalizzati sulla Digital Experience”, dichiara Bellacicca. “In questi anni la nostra missione è stata guidare le aziende lungo un processo di innovazione e digitalizzazione, partendo dall’ottimizzazione delle tecnologie classiche fino ad arrivare a quelle più avanzate. Blockchain, intelligenza artificiale, realtà virtuale, digital design and modeling: noi cerchiamo di combinare tutti questi strumenti per offrire un servizio completo ed efficace a tutte quelle aziende che vogliono creare un loro spazio nel Metaverso, rendendolo fruibile tramite le giuste tecnologie, o fornire agli utenti una vera e propria experience nel Metaverso stesso. La nostra forza sta nell’aver assemblato una squadra di professionisti multidisciplinari in grado di analizzare eventuali criticità da diversi punti di vista, di comunicare in maniera trasversale tra loro e di focalizzare le opportunità di business cucite in modo sartoriale su ogni cliente. È importante capire che il focus non è rappresentato dalle tecnologie ma dalle persone e dal loro approccio.

Noi lavoriamo con le tecnologie innovative da ormai sei anni e abbiamo offerto i nostri servizi a start up, banche, pubbliche amministrazioni e imprese, ed è giunto il momento che tutte queste realtà entrino in contatto con i loro potenziali interlocutori finali nel Metaverso. È qui che entriamo in gioco noi. Cerchiamo di rendere il messaggio una vera e propria esperienza di apprendimento”.

Ed ecco che le skills dei professionisti di NEXiD hanno trovato modo di esprimersi al meglio. “Data la nostra esperienza in analisi dati e intelligenza artificiale, abbiamo creato Oloxene, una piattaforma in cui poter raccogliere tutte le news, i report analitici, le statistiche, le analisi sugli NFT e i dati sugli utenti, in modo da fornire alle aziende che vogliono aprire un business nel Metaverso tutte le informazioni utili, gli insights e le caratteristiche dei consumatori finali, che possono essere abitudini, interessi o capacità di spesa, per esempio. In questo modo avremo una raccolta digitale di dati fruibile da chiunque voglia accedere al Metaverso, sia come utente che come creatore di un’experience funzionale a un certo business. Ovviamente tutto questo viene sempre accompagnato da una nostra specifica consulenza che indirizza il cliente verso i dati più utili per il target di utente a cui si riferisce.

Siamo orgogliosi di affermare che un progetto come questo sia inedito per l’Italia. Proprio in queste settimane stiamo ultimando gli ultimi dettagli per fornire al pubblico una preview con la quale accedere gratuitamente ai primi dati. Da lì partirà questa nuova esperienza in questo mondo digitale in cui crediamo fortemente”.

http://www.oloxene.it/

Condividi l'articolo

ALTRI ARTICOLI

adobe-acquista-figma
Marketing

Adobe acquista Figma: l’inizio di una nuova era per l’UX/UI Design? (Q&A)

Facciamo un piccolo riepilogo e spieghiamo in breve perché Adobe ha acquistato Figma. Adobe ha …

Leggi di più →
Digital Transformation

Gerontechnology: la tecnologia e la sintonia europea a sostegno del benessere degli anziani.

Riorganizzazione sanitaria: un’esigenza necessaria per salvaguardare gli anziani L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno globale. …

Leggi di più →
marketing gartner
Marketing

Strategie marketing nel 2022: la ricerca di Gartner

La ricerca annuale annuale di Gartner fornisce un’istantanea dei budget, della spesa e delle priorità …

Leggi di più →
metaverso social
Virtual & Augmented Reality

Il Metaverso cambierà il modo di intendere i social

Cos’è il Metaverso? Si tratta di una rete di mondi interconnessi, basata su piattaforme aperte …

Leggi di più →
oloxene metaverso
Virtual & Augmented Reality

Con Oloxene la digital company NEXiD apre le porte del Metaverso a utenti e aziende

Milano, 7 novembre 2022.Per molti il Metaverso è ancora un mondo pressoché sconosciuto, mentre chi …

Leggi di più →
meta connect 2022 novità
Virtual & Augmented Reality

Cinque novità di Meta Connect 2022 che non puoi assolutamente perderti

Meta Quest Pro: una delle novità più discusse del Meta Connect 2022. La novità più …

Leggi di più →
metaverso previsioni
AI & BlockchainVirtual & Augmented Reality

Metaverso: quali sono le previsioni per i prossimi anni?

Non esiste una definizione condivisa di metaverso, sappiamo però che il termine è stato coniato …

Leggi di più →
digitalizzazione-voto
Digital TransformationTemi caldi

Il processo di digitalizzazione del voto elettorale

Arrivare finalmente a poter votare anche in maniera digitale sarebbe un passo che andrebbe a …

Leggi di più →

Vuoi saperne di più? Contattaci